PIN: lo smartphone è una droga che fa male alla vita di coppia

Una ricerca pubblicata in questi giorni, e che non fa altro che confermare un flusso di ricerche analoghe che vengono presentate con continuità, “rivela” che l’80% dei lavoratori continua a produrre anche fuori dall’orario di lavoro, essenzialmente perché – oltre al pc – utilizza tablet e smartphone e dunque riceve e spedisce email o chatta nei social network o naviga in Internet, o fa altre attività del genere. La ricerca presenta queste nuove abitudini come un problema che incide sulla vita e la serenità delle persone, quasi come una forma di assuefazione alle droghe, con effetti deleteri anche sulla vita di coppia.
Uno strano modo di presentare le cose. Innanzitutto perché la definizione di “lavoratori” a questo proposito è abbastanza distorsiva. Utilizzare le email come strumento di comunicazione che dovrebbe riguardare solo la vita lavorativa è ormai un evidente controsenso, come se si dovesse limitare l’utilizzo del telefono esclusivamente all’attività di lavoro e non a quella personale. Ricevere e inviare email fa evidentemente parte della nostra vita di relazione, così come Facebook e Twitter.

Letto su casaleggio.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...