Regione Lazio, le procedure online che non funzionano

Cara Regione Lazio, se mi consenti di fare il cambio del pediatra online e il pediatra sostiene che non può fare alcuna prescrizione finchè non sono in possesso della nuova tessera di iscrizione, non puoi far passare 3 mesi per l’invio del documento cartaceo!
Nelllo specifico ho fatto il cambio di pediatra per i due bambini, all’epoca di 3 anni e 1/2 e 2 anni il 6 marzo 2012, come indicato sul nuovo tesserino che riporta come data di emissione il 18 giungo 2012 e che è stato recapitato a mezzo posta prioritaria il 2 luglio 2012.
Sebbene comprenda i tempi di consegna delle Poste, resto esterrefatta dagli oltre 100 giorni per l’evasione della richiesta, soprattutto pensando che, se fatta di persona allo sportello, sarebbe stata immediata.

Ma la cosa più “divertente” che la lettera di accompagnamento a cui è allegata la nuova tessera, porta la firma di LAit, Lazio innovazione tecnologica spa, azienda che si magnifica del suo operato in questo modo:

Dal 2001, la nostra società lavora al fianco della Regione Lazio per assicurare la governance dei processi di informatizzazione della pubblica amministrazione regionale. LAit progetta, realizza e gestisce il Sistema Informativo della Regione Lazio per stimolare lo sviluppo della società dell’informazione, ponendo le basi per la creazione dell’amministrazione digitale.

Cara Regione Lazio e cara LAit, dopo 11 anni di lavoro spalla a spalla dovreste ormai aver compreso che le pratiche online vanno attivate se, e solo se, semplificano la vita. E’ altamente probabile che in 3 mesi bambini di 3 e 2 anni abbiano bisogno di un antibiotico e la “procedura” non può lasciarli in un limbo sanitario così a lungo…perchè per un banale raffreddore sono costretti ad andare al pronto soccorso, e sappiamo bene con quali conseguenze!

A questo punto apprezzo il Dipartimento Contravvenzioni del Comune di Roma che, forse cosciente dei suoi limiti, attualmente non autorizza al pagamento dei bollettini online. Perchè? Perchè l’esperienza mi insegna che quando paghi online devi anche mettere in conto che, un paio di anni dopo, potresti passare ore e giorni a dimostrarlo di persona allo sportello fisico.

UPDATE del 24.07.2012

Oggi ricevo nuovamente attraverso il servizio postale i tesserini dei bambini. E non aggiungo altro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...